Mense militari in crisi. Il Cocer della Marina: chiediamo aiuto alla CARITAS.

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Antonello Ciavarelli delegato cocer Marina – Guardia Costiera

Il valore in euro procapite dei pasti per le mense militari viene stabilito con decreto del ministro della difesa. Periodicamente viene adattato al costo della vita. L’ultimo decreto fa riferimento al 2020. Quindi, in quel decreto. non si considera la svalutazione degli ultimi mesi e il consistente aumento dei prezzi di mercato. Con quanto si dovrebbe confezionare un pasto per ogni militare che mangia in mensa? Con la favolosa somma di circa 2,5 euro medi. Quindi, o c’ è qualche Santo che fa miracoli moltiplicando gli alimenti oppure si è di fatto alla fame. Varie sono le delibere della rappresentanza militare e la cosa è stata portata dal cocer Marina direttamente al capo di stato maggiore che ha assicurato il suo impegno. La fiducia nel Ministro c’è, ma se non si provvede celermente ad adattare il valore del pasto al costo della vita ci sentiremo costretti a chiedere aiuto alla “CARITAS” perche sia assicurato il giusto pasto.

Condividi articolo
Facebook
WhatsApp
Telegram
Twitter
LinkedIn
Email

Leggi altro

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Centenario dell’Aeronautica. Ecco i francobolli commemorativi.

𝙂𝙡𝙞 𝙤𝙩𝙩𝙤 𝙛𝙧𝙖𝙣𝙘𝙤𝙗𝙤𝙡𝙡𝙞 𝙘𝙤𝙢𝙢𝙚𝙢𝙤𝙧𝙖𝙩𝙞𝙫𝙞 𝙨𝙤𝙣𝙤 𝙨𝙩𝙖𝙩𝙞 𝙥𝙧𝙚𝙨𝙚𝙣𝙩𝙖𝙩𝙞 𝙖𝙡 𝙈𝙞𝙣𝙞𝙨𝙩𝙚𝙧𝙤 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙚 𝙄𝙢𝙥𝙧𝙚𝙨𝙚 𝙚 𝙙𝙚𝙡 𝙈𝙖𝙙𝙚 𝙞𝙣 𝙄𝙩𝙖𝙡𝙮, 𝙖𝙡𝙡𝙖 𝙥𝙧𝙚𝙨𝙚𝙣𝙯𝙖 𝙙𝙚𝙡 𝙢𝙞𝙣𝙞𝙨𝙩𝙧𝙤 𝘼𝙙𝙤𝙡𝙛𝙤 𝙐𝙧𝙨𝙤 𝙚 𝙙𝙚𝙡 𝘾𝙖𝙥𝙤